Navigation

Usa: Silver, Trump in difficoltà, ma destino non segnato

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/Stefani Reynolds / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2020 - 18:00
(Keystone-ATS)

"Non credo che il destino di Donald Trump sia segnato".

Il guru dei sondaggi Nate Silver ritiene che la campagna elettorale del presidente degli Stati Uniti sia "chiaramente in difficoltà" con i sondaggi che danno Joe Biden avanti anche negli stati chiave, ma che la partita non sia definitivamente persa per il tycoon. Al voto mancano circa 100 giorni e molto può ancora succedere.

"Le elezioni sono divenute più difficili da prevedere", ammette Silver che nel 2008 e nel 2012 predisse la vittoria di Barack Obama azzeccando i risultati il primo anno di 49 Stati su 50 e il secondo di 50 su 50. Il guru dei pronostici però sbagliò clamorosamente nel 2016 prevedendo una vittoria facile per Hillary Clinton e concedendo a Trump solo il 10% di chance.

Il presidente "è chiaramente in difficoltà, ma non credo che il suo destino sia segnato. Molto può cambiare nei prossimi 100 giorni - aggiunge Silver -. le cose potrebbero peggiorare per il presidente ma, allo stesso tempo, una svolta nella situazione del Covid-19 potrebbe renderlo più competitivo".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.