Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La sua storia sta commuovendo molti americani. Warren Hill, il portatore di handicap condannato a morte in Georgia, negli Stati Uniti, per un omicidio compiuto nel 1991, sarà giustiziato venerdì.

Dopo tanti tira e molla, la decisione è stata presa dalle autorità statali dopo l'ultima breve sospensione ordinata dal giudice. L'iniezione letale era infatti programmata per domani, giovedì.

Il caso di Hill, che soffre di un ritardo mentale, era finito davanti alla Corte Suprema che nel 2002 aveva sentenziato come l'esecuzione delle persone che soffrono di disturbi mentali sono contrarie alla Costituzione. Peccato che lo Stato della Georgia, al momento della condanna oltre 20 anni fa, non aveva riconosciuto lo status di ritardato mentale dell'uomo.

Dunque Hill sarà giustiziato, nonostante ormai tutti i medici e gli specialisti che lo hanno visitato riconoscano unanimemente i disturbi di cui Hill soffre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS