Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre la metà dei milionari americani ritengono che la diseguaglianza sia "un grande problema" per gli Stati Uniti e oltre due terzi di loro concordano con il presidente Barack Obama sulla necessità di alzare le tasse per i più ricchi e il salario minimo per i lavoratori. Lo ha rivelato un sondaggio condotto dalla Cnbc su oltre 500 persone con una capacita di investire pari ad un milione di dollari o più, da cui emerge anche che oltre il 94 per cento di loro credono ancora fermamente nel "sogno americano".

Il miglior sistema per ridurre l'ineguaglianza, è il miglioramento dell'istruzione, secondo l'83 per cento dei paperoni americani, il 64 per cento dei quali sostengono un aumento delle tasse per i ricchi e il 63 per cento l'aumento del salario minimo.

Andando più in profondità, emerge però che la visione dei ricchi americani è anche influenzata dalle loro opinioni politiche: i democratici sono infatti in numero di gran lunga maggiore (78 per cento) rispetto ai repubblicani (31 per cento) a favore dell'aumento delle tasse, così come dell'aumento del salario minimo (77 contro 38 per cento).

SDA-ATS