Navigation

Usa: sondaggio, più colpe Washington che Wall Street

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2011 - 18:14
(Keystone-ATS)

Le principali responsabilità della crisi sono di Washington e non di Wall Street. Così - a differenza del movimento degli indignados - la pensa la maggioranza degli americani, almeno stando a un sondaggio effettuato da Gullup per il quotidiano Usa Today.

Secondo il sondaggio il 64% degli intervistati dà le maggiori colpe per la crisi economica e l'elevata disoccupazione al governo federale, mentre solo il 30% punta il dito sulle grandi istituzioni finanziarie. Non una buona notizia per il presidente Barack Obama che nella sua campagna elettorale punta tutto sul rilancio di crescita ed occupazione.

A proposito del popolo di 'Occupy Wall Street', i risultati del sondaggio rivelano come la maggior parte degli americani non ha un'idea ben precisa del movimento. Dal campione intervistato è emerso che il 22% delle persone approva gli obiettivi degli indignados, il 15% li disapprova, mentre il 63%, sei persone su dieci, ignorano cosa sia esattamente 'Occupy Wall Street'.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?