Navigation

Usa: spararono e uccisero dopo Katrina, poliziotti condannati

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 aprile 2012 - 08:28
(Keystone-ATS)

Cinque ex poliziotti di New Orleans sono stati condannati al carcere, per un periodo che varia fra i 6 e i 65 anni, per il ruolo giocato nella sparatoria che ha causato la morte di due persone non armate su un ponte una settimana dopo l'uragano Katrina. Lo riporta la stampa americana.

Robert Faulcon è stato condannato a 65 anni di reclusione, Kenneth Bowen e Robert Gisevius a 40 anni ciascuno. Ad Anthony Villavaso è stata inflitta una condanna di 38 anni mentre ad Arthur Kaufman sei anni.

I cinque erano stati riconosciuti colpevoli nell'agosto 2011 di violazioni di diritti civili nella sparatoria sul ponte Danzinger e dell'aver cercato di mascherare l'azione, inventando testimoni e falsificando la documentazione.

Il caso è diventato uno dei punti fermi del piano del Dipartimento di Giustizia per ripulire il New Orleans Police Department. "Ci auguriamo che le sentenze odierne diano in qualche modo pace alle vittime della terribile sparatoria", dichiara il Dipartimento di Giustizia. "Gli agenti che hanno sparato a persone innocenti sul ponte e dopo hanno cercato di mascherare l'accaduto sono state finalmente ritenute responsabili delle loro azioni".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?