Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cinque morti per un litigio in famiglia. È il bilancio della strage che si è consumata a Phoenix, in Arizona, dove un uomo ha ucciso prima i suoi parenti e poi si è tolto la vita.

Secondo la ricostruzione della polizia, le vittime avevano un età compresa tra i 28 e i 75 anni. Si tratta di tre fratelli, la madre e la moglie di uno dei fratelli.

Due donne e due bambini presenti in casa al momento della carneficina sono invece scampati alla morte e sono ora ricoverati in ospedale.

A scatenare la furia omicida un litigio sull'azienda di famiglia. Ad allertare la polizia è stata la chiamata di una delle donne in casa riuscita a scappare con i suoi due figli.

Durante la telefonata gli agenti sentivano gli spari in casa. L'abitazione è rimasta barricata per ore e quando la polizia è riuscita a fare irruzione ha trovato solo dei cadaveri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS