Navigation

USA: studio, i ricchi sono più inclini a infrangere legge

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 febbraio 2012 - 22:00
(Keystone-ATS)

I ricconi del pianeta sono i più inclini ad infrangere la legge: è quanto emerge da uno studio dell'università di Berkeley, in California, e dell'università di Toronto.

Secondo i test effettuati dagli esperti, che hanno analizzato il comportamento di un gruppo di persone appartenenti a diverse fasce di reddito, i Paperoni sono i più egoisti e i più propensi a non rispettare le norme: in auto per esempio tendono a non fermarsi agli stop, e soprattutto sono portati a mentire a scopo di lucro.

Secondo gli esperti, questo comportamento è dovuto al fatto che i ricchi hanno meno bisogno della solidarietà sociale per sopravvivere, e possono curarsi esclusivamente dei propri interessi.

In base a ricerche precedenti inoltre, è stato dimostrato che le persone appartenenti all'"upper class" non si preoccupano di cosa pensano gli altri e sono meno interessati a stabilire interazioni sociali.

Secondo Stephane Cote, psicologo presso l'università di Toronto e co-autore dello studio, la ricerca può essere utile a comprendere meglio la nascita di un movimento come quello degli indignati, oppure l'atteggiamento di un finanziere sconsiderato come Bernie Madoff.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?