Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Solo un centesimo per la gloriosa USS Forrestal: tanto ha pagato per aggiudicarsi quella che fu la prima 'superportaerei' della U.S. Navy un'azienda texana, la All Star Metals, che la smantellerà e ne riciclerà i materiali.

Quando fu varata, nel 1954, era "la più grande nave mai costruita", oltre 324 metri di lunghezza e 3500 uomini d'equipaggio. Dopo oltre 38 anni, nel 1993 è stata dismessa. Molti la ricordano soprattutto per il tragico incidente di cui fu teatro nel 1967, mentre navigava nel Golfo del Tonchino, quando uno sbalzo di tensione provocò il lancio di un razzo di un F-4 Phantom sul ponte di volo, provocando una serie di esplosioni a catena in cui morirono 134 marinai e oltre 300 altri rimasero feriti.

Quel razzo colpì peraltro un A-4 Skyhawk, pilotato dall'allora tenente John McCain, che avrebbe poi passato cinque anni come prigioniero di guerra in Vietnam per poi diventare senatore e candidato alla presidenza degli Stati Uniti. Nell'incidente La nave fu pesantemente danneggiata e oltre 26 degli aerei che trasportava andarono distrutti, ma dopo molti mesi di riparazioni tornò nuovamente operativa. La Marina Usa aveva annunciato nel 1993 la volontà di donarla affinché venisse usata come museo o memoriale, ma nessuno si è mai fatto avanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS