Navigation

Usa, vertici militari contro Trump su espulsione Navy Seal

Messo sotto accusa. KEYSTONE/AP/GREGORY BULL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2019 - 21:15
(Keystone-ATS)

Il segretario americano della Marina Richard Spencer e il controammiraglio Collin Green, comandante dei Navy Seals, hanno minacciato di dimettersi o di farsi licenziare se Donald Trump bloccherà il procedimento disciplinare per l'espulsione di Edward Gallagher.

È il Navy Seal condannato per aver posato con il cadavere di un militante dell'Isis. Lo scrive il New York Times, citando dirigenti dell'amministrazione. Si tratta di una reazione rara da parte di membri del Pentagono nei confronti del commander in chief.

Dopo la condanna Gallagher - assolto invece dall'accusa di aver ucciso il militante Isis e di aver sparato deliberatamente su civili disarmati era stato degradato e si era visto decurtare lo stipendio. Trump si e' detto contrario ad ogni forma di punizione nei suoi confronti. Ma finora il capo del Pentagono Mark Esper e il capo di stato maggiore interforze Mark Milley non sono riusciti a trovare un compromesso che salvi la faccia a tutti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.