Navigation

Usa: volo Delta; attentatore davanti a giudice in ospedale

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 dicembre 2009 - 11:06
(Keystone-ATS)

DETROIT - Il nigeriano accusato di aver cercato di fare esplodere venerdì un aereo di linea americano é comparso davanti a un giudice statunitense che gli ha ufficialmente letto le incriminazioni a suo carico.
Il giudice Paul Borman è andato all'ospedale di Detroit dove é ricoverato Umar Faruk Abdulmutallab, 23 anni, rimasto ustionato nel tentativo di innescare l'esplosivo sull'aereo, e gli ha letto i capi d'accusa nel corso di un'udienza durata 20 minuti.
Secondo i giornalisti autorizzati ad assistere, il giovane, che parlava in inglese, era ammanettato a una sedia a rotelle e aveva i polsi e parte delle mani bendati. Ha detto al magistrato di non potersi pagare un avvocato e gliene è stato assegnato uno d'ufficio.
L'atto d'accusa ha confermato che dalle analisi preliminari condotte dall'Fbi è emerso che l'ordigno che Abdulmutallab ha cercato di attivare "conteneva del Petn, un potente esplosivo". Interrogato su come si sentisse l'attentatore ha risposto di "stare meglio".
Secondo alti funzionari citati dai media Usa, Abdulmutallab ha confessato di aver iniettato con una siringa un detonatore chimico liquido in una polvere che aveva nascosto nei suoi indumenti intimi per cercare di far esplodere l'aereo della Delta-Northwest partito da Amsterdam e prossimo all'atterraggio a Detroit con a bordo 278 passeggeri e 11 membri dell'equipaggio.

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

Scoprite ogni settimana i nostri servizi più interessanti.

Iscrivitevi ora per ricevere gratuitamente i nostri migliori articoli nella vostra casella di posta elettronica.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.