Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ivanka Trump

KEYSTONE/AP/EVAN VUCCI

(sda-ats)

La corsa alle presidenziali statunitensi è costata cara alla linea di abbigliamento di Ivanka Trump.

Secondo dati riportati dal Wall Street Journal che cita report interni alla catena di magazzini Nordstrom, nella seconda, terza e quarta settimana di ottobre le vendite della linea della figlia del presidente Donald sono crollate di oltre il 70%, per poi ridurre la flessione fino ad un -26% in gennaio.

Nordstrom, si legge, non ha voluto commentare i dati, che mostrano una flessione del 32% delle vendite dei prodotti di Ivanka nell'anno fiscale 2016, scese da 20,9 a 14,3 milioni di dollari (con un calo in 45 delle 52 settimane dell'anno).

Ma la decisione della catena di sospendere le vendite della linea di vestiti e scarpe ha scatenato la scorsa settimana molte polemiche sui media, spingendo il presidente ad intervenire in difesa della figlia con l'account Twitter della Casa Bianca: "Mia figlia è stata trattata ingiustamente da Nordstrom.

È una bella persona, mi spinge sempre a fare la cosa giusta". Ma lo stesso tweet, dall'account Potus, ha scatenato nuove polemiche a catena.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS