Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il documentario "2016: l'America di Obama", tratto dal libro dell'autore conservatore Dines D'Souza "Le radici della rabbia di Obama", è campione d'incassi. Secondo quanto riferisce il sito Hollywood Reporter, la pellicola, fortemente critica del passato dell'attuale inquilino della Casa Bianca, ha incassato nell'ultimo fine settimana 1,2 milioni di dollari.

Distribuito in soli 61 cinema del Paese a partire dallo scorso 13 luglio (ma dal prossimo venerdì in oltre mille sale statunitensi) il film si piazza così al dodicesimo posto al botteghino tra i documentari politici di tutti i tempi.

La domanda che si pone l'autore è: Come sarà l'America nel 2016 se a novembre Obama verrà rieletto per altri quattro anni? "Il Presidente ha un 'ordine del giorno' diverso da quello di molti, forse della maggior parte dei cittadini", ha spiegato D'Souza alla rete televisiva ABC.

Il documentario racconta l'infanzia di Obama tra le Hawaii, l'Indonesia, il Kenya, luogo di nascita del padre, e Chicago

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS