Navigation

Usa 2012: Obama su Romney 47 a 43%, ma torna pessimismo

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 maggio 2012 - 17:37
(Keystone-ATS)

Barack Obama avanti con il 47%, insegue Mitt Romney 43%. È quanto emerge dall'ultimo sondaggio diffuso da Nbc News-Wall Street Journal. Ma a dimostrare che in questa fase i sondaggi non contano così tanto, il fatto che questi dati non rappresentano una buona notizia per il presidente.

Lo scarto tra i due, infatti, s'è assottigliato: oggi è di 4 punti, mentre secondo lo stesso sondaggio, ad aprile era di 6 punti. Tanto che il curatore dell'inchiesta, Peter Hart, a 165 giorni dal voto, parla apertamente di testa a testa: "Le possibilità di rielezione per Obama - afferma - sono 50 a 50. Sarà una lotta all'ultimo voto". A incidere sulla flessione del presidente in carica, il ritorno di un certo pessimismo sull'andamento dell'economia.

In aprile, il leggero incremento dell'occupazione sembrava aver provocato qualche segnale positivo nella percezione degli americani. Ora invece, complice la crisi in Europa e i nuovi scandali finanziari di Wall Street, gli elettori stanno tornando a vedere nero. Non a caso, la campagna di Mitt Romney punta proprio a enfatizzare questa ansia crescente nei confronti dello stato dell'economia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?