Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quasi tutti i candidati alla presidenza degli Stati Uniti sono multimilionari, sia democratici che repubblicani. Lo conferma Forbes che, nello stilare la classifica dei paperoni d'America, fa i conti in tasca anche agli aspiranti presidenti.

Fatta eccezione per Donald Trump che scavalca tutti con un patrimonio calcolato di quattro miliardi e mezzo di dollari, molti candidati valgono oltre 30 milioni di dollari, tra questi i democratici Hillary Clinton e Lincoln Chafee e la repubblicana Carly Fiorina. In particolare Fiorina è in cima alla lista con 58 milioni di dollari, seguita dalla Clinton con 45, Chafee segue con 32.

Sotto i 30 milioni di dollari ci sono i repubblicani Ben Carson con 26 e Jeb Bush con 22. In fondo alla classifica ci sono quindi il repubblicano Marco Rubio con 100mila dollari (è il frutto di scelte finanziarie discutibili), il democratico Bernie Sanders con 700mila e ultimo in assoluto il democratico ex governatore del Maryland Martin O'Malley la cui fortuna è pari allo zero. Secondo Forbes, inoltre, molti dei candidati hanno capitalizzato sulla loro carriera politica precedente, in particolar modo a livello di contatti, e l'hanno sfruttata poi nel settore privato.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS