Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Il Tesoro Usa ha deciso di rinviare la pubblicazione di un rapporto, previsto per il 15 aprile, che avrebbe indicato la Cina tra i paesi manipolatori del cambio yuan-dollaro.
Il rapporto, richiesto semestralmente dal Congresso, sarebbe stato pubblicato due giorni dopo la visita a Washington del presidente cinese Hu Jintao per partecipare il 12 e 13 aprile al summit sulla non proliferazione nucleare.
La data prevista per la pubblicazione del rapporto aveva creato imbarazzo nella amministrazione Obama, perché il documento è destinato a suscitare inevitabilmente proteste da parte di Pechino in un momento in cui il rapporto tra Usa e Cina, dopo mesi di tensione, appare avviato al disgelo.
Il rinvio della pubblicazione del rapporto offrirà alla amministrazione Obama più tempo per proseguire le pressioni sulla Cina perché aggiusti il valore dello yuan a quote più realistiche con la realtà del mercato
Il ministro del Tesoro Timothy Geithner ha detto oggi che uno spostamento della Cina verso tassi di cambio in linea col mercato potrebbe dare un "contributo vitale" ad un riequilibrio globale delle economie. Geithner ha aggiunto che la questione dei tassi di cambio sarà affrontata al prossimo G20 dei ministri finanziari.

SDA-ATS