Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Stati Uniti e Corea del Sud hanno dato il via oggi alle esercitazioni militari annuali congiunte con lo scopo di provare e migliorare "le risposte" in caso di attacco della Corea del Nord che, a sua volta ha bollato l' iniziativa come "preludio di una guerra".

Le manovre, denominate Ulchi Freedom Guardian (Ufg), cadono in una fase in cui le tensioni più che con Pyongyang sono esplose con il Giappone sulla questione della sovranità delle Dokdo/Takeshima, le isole contese nel mar del Giappone.

Le esercitazioni si concluderanno il 31 agosto, mobilitando, nell'ambito di una simulazione di scenari assistita da computer, 56.000 soldati sudcoreani e 30.000 americani, di cui 3.000 provenienti da basi Usa e altri siti nell'area del Pacifico.

"Ulchi Freedom Guardian è un'esercitazione fondamentale per rafforzare la prontezza della Repubblica di Corea e delle forze Usa", ha commentato in una nota il generale James D. Thurman, comandante delle forze Usa in Corea. "Le manovre si basano su scenari realistici che ci permetteranno di provare i compiti essenziali di risposta nell'ottica di una gestione unitaria".

La Corea del Nord ha a lungo contestato le manovre congiunte, assicurando una "risposta decisa in qualsiasi momento".

Le due Coree sono tecnicamente in guerra visto che il conflitto del 1950-53 si è concluso con un armistizio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS