Navigation

Usa non cercano più congelamento insediamenti Israele

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 dicembre 2010 - 21:24
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Gli Stati Uniti avrebbero rinunciato a chiedere a Israele di congelare i suoi insediamenti in Cisgiordania per rilanciare i negoziati di pace con i palestinesi. Lo ha detto a Washington, parlando con la agenzia Reuters, un diplomatico americano, che ha chiesto di restare anonimo.
Parlando della situazione a Gerusalemme, l'esponente Usa ha detto: "Siamo giunti alla conclusione che questo non è il momento per far ripartire i colloqui diretti rinnovando la richiesta di moratoria" (degli insediamenti). Il diplomatico ha aggiunto che Washington vorrebbe ora cercare di lavorare per un accordo basato sulle questioni riguardanti la sicurezza e i confini.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?