Navigation

Usa:saudita arrestato in Texas

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 febbraio 2011 - 18:20
(Keystone-ATS)

Un giovane saudita di 20 anni è stato arrestato dall'Fbi in Texas con l'accusa di progettare un attentato. Lo ha reso noto oggi il Dipartimento di Giustizia, precisando che secondo gli investigatori l'attentato poteva essere "potenzialmente" indirizzato contro l'ex presidente americano George W. Bush.

Il Dipartimento di Giustizia ha precisato che il giovane è stato arrestato per aver acquistato prodotti chimici e altro materiale tale da confezionare un esplosivo. L'Fbi ha proceduto all'arresto del saudita perchè tra i suoi potenziali obiettivi vi era anche la casa dell'ex presidente americano George W. Bush.

Il giovane è stato identificato come Khalid Ali M Aldawsari, di nazionalità saudita ma residente regolarmente in Texas. L'Fbi ha precisato che il giovane aveva indirizzato a se stesso un messaggio e-mail intitolato "Bersagli Buoni", facendo un elenco dei potenziali bersagli da colpire, tra cui centrali idroelettriche e centrali nucleari.

In un'altra e-mail, intitolata "La casa del tiranno", il giovane aveva annotato l'indirizzo della casa di Bush a Dallas.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?