Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

USA-UBS:PS e UDC critici con governo e FINMA dopo sentenza TAF

BERNA - La sentenza del TAF che ha giudicato illegale la trasmissione di 300 dossier di clienti UBS alle autorità fiscali Usa da parte della FINMA ha causato reazioni contrastanti tra i partiti di governo.
Mentre il PS chiede una commissione d'inchiesta per chiarire il ruolo nella vicenda assunto da Consiglio federale, UBS e FINMA, il PPD giustifica la decisione dell'organo di sorveglianza grazie alla quale è stato evitato il peggio. Della stessa opinione il PLR, mentre l'UDC accusa l'esecutivo di essersi piegato alle pressioni degli Usa, sacrificando il segreto bancario.
Intanto, la presidente della Confederazione Doris Leuthard ha incaricato i consiglieri federali Hans-Rudolf Merz e Eveline Widmer-Schlumpf di esaminare, entro mercoledì, la sentenza del TAF.
Il portavoce del governo, André Simonazzi, ha precisato che la vicenda sarà discussa nella prossima seduta del Consiglio federale in programma mercoledì mattina. Per il momento, il governo ha preso atto della sentenza del Tribunale amministrativo federale, ha concluso Simonazzi.
La FINMA aveva deciso la consegna dei dati al fisco americano (IRS) il 18 febbraio 2009, attuando immediatamente il provvedimento. In tal modo aveva in pratica aggirato l'ordinaria procedura di assistenza amministrativa in corso sul caso.
La giustificazione dell'autorità: si trattava di evitare a UBS un procedimento penale negli Stati Uniti che avrebbe potuto portare al suo fallimento. Contro il provvedimento della FINMA avevano presentato ricorso diversi clienti interessati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.