Navigation

UST: mercato del lavoro in lieve crescita nel primo trimestre

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2012 - 10:52
(Keystone-ATS)

Nel primo trimestre del 2012 il mercato del lavoro in Svizzera presenta un lieve miglioramento, raggiungendo quota 4,049 milioni di occupati (+1,3% su base annua). Lo si legge nel Barometro dell'impiego dell'Ufficio federale di statistica (UST) pubblicato oggi. In termini destagionalizzati, il progresso è dello 0,3%.

Espresso in equivalenti a tempo pieno, il numero di impieghi ha raggiunto i 3,435 milioni, con un aumento dell'1,5% nel settore secondario (+15'000) e dell'1,6% nel settore terziario (+37'000). Gli impieghi sono progrediti in tutte le grandi regioni svizzere, ma la tendenza all'aumento è stata più sensibile nel Mittelland (+2,2%), a Zurigo (+1,8%) e nella Svizzera centrale (+1,5%).

Nel settore secondario l'aumento è stato dell'1,4% su base annua a 1,035 milioni. Una crescita importante è stata osservata nel Mittelland (+2,6%), in Ticino (+2,0%), nella regione del Lemano (+1,7%) e nella Svizzera orientale (+1,7%), mentre nelle altre grandi regioni gli incrementi si situano tra il +0,4 e il +0,7%.

Il terziario fa segnare un incremento dell'1,3% a 3,013 milioni. La progressione degli occupati nel Mittelland, nella Svizzera centrale e a Zurigo segna valori tra l'1,9 e il 2,1%, mentre è più lieve nelle altre regioni (tra il +0,4 e il +0,8%).

Su base annua, il numero di posti liberi è diminuito del 9%, ovvero 50'600 unità in meno alla fine del trimestre. Nel secondario sono stati persi 2100 posti liberi (-12%), in quello terziario 2900 (-7,5%). Rispetto al trimestre precedente (valori destagionalizzati), i posti liberi sono risultati in lieve aumento nel settore secondario (+3,7%) e nel terziario (+0,5%).

Per il terzo trimestre consecutivo, si legge nel Barometro, l'indicatore delle prospettive d'impiego è in calo su base annua (-1,6%), ma il suo livello (1,04) continua a indicare una possibile crescita dell'impiego per il prossimo trimestre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?