Navigation

UST: pedoni, biciclette e ciclomotori in aumento

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2019 - 13:04
(Keystone-ATS)

La quantità di mezzi di trasporto in uso è aumentata in Svizzera rispetto al 1980: attualmente motorini e biciclette sono circa 1,6 volte più numerosi rispetto a 40 anni fa. È quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Non si è trattato tuttavia di un aumento lineare: tra il 1980 e il 2009 il numero di ciclomotori e biciclette è costantemente diminuito, a differenza di quanto avvenuto per auto e moto, al punto che dieci anni fa il numero di ciclomotori era tre volte inferiore a quello del 1980, mentre il numero di ciclisti era diminuito del 12% circa.

Poi dal 2009/10 - con l'introduzione delle nuove batterie al litio che hanno reso le biciclette elettriche un nuovo bestseller - la tendenza si è invertita. I ciclomotori, che comprendono anche le biciclette elettriche veloci, sono aumentati dal 2010 da 140.000 a più di 200.000 unità. Le biciclette, comprese quelle elettriche lente, sono aumentate del 12%, tornando al livello dei primi anni '90.

Questo sviluppo non va tuttavia a scapito del numero di pedoni, precisa l'UST: esso è infatti diminuito solo del 2% circa tra il 2011 e il 2015. Da allora, i pedoni sono costantemente aumentati dell'1% all'anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.