Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La corrispondente del Washington Post, Carol Morello, è stata scortata fuori da un incontro tra il segretario di Stato Usa, John Kerry, e il presidente dell'Uzbekistan, Islam Karimov, nella città di Samarcanda.

In base a quanto scrive la giornalista stessa, Morello aveva fatto una domanda sulle critiche rivolte dal Dipartimento di Stato Usa agli uzbeki in merito al loro record negativo sui diritti umani. A quel punto, un funzionario uzbeko e un americano con il badge 'sicurezza Usa' l'hanno spinta fuori dalla stanza. La scena è stata ripresa in un video della Reuters.

Funzionari americani hanno poi riferito che gli uzbeki hanno impedito alla giornalista di partecipare all'inizio dell'incontro, ma poi l'hanno fatta entrare. Un funzionario del Dipartimento di Stato si è poi scusato per il ruolo avuto dall'agente di sicurezza Usa nello scortare la Morello fuori dalla stanza.

Kerry - riferisce il Wp - si trovava in Uzbekistan per la seconda tappa del suo viaggio in cinque repubbliche ex sovietiche in Asia centrale. Nel colloqui con il presidente Karimov, il segretario di Stato ha affrontato la possibilità di cooperazione nei settori commercio, ambiente e sicurezza, a patto che il Paese asiatico migliori la situazione dei diritti umani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS