Tutte le notizie in breve

La valanga li ha travolti ieri verso le 12.30 sul versante Nord dello Jochgrubenkopf.

KEYSTONE/AP zeitungsfoto.at/DANIEL LIEBL

(sda-ats)

I quattro scialpinisti morti ieri sotto una valanga in Tirolo provenivano dalla regione di Zofingen (AG). Le vittime prendevano parte a una settimana di escursioni sugli sci organizzata dalla società maschile di ginnastica di Brittnau (AG).

Denise Woodtli, segretaria comunale di Brittnau, ha confermato all'ats informazioni pubblicate dai portali online del Blick e del Zofinger Tagblatt.

Le vittime avevano fra 52 e 75 anni d'età e facevano parte di un gruppo di otto persone provenienti dal comune argoviese. La valanga li ha travolti ieri verso le 12.30 sul versante Nord dello Jochgrubenkopf, una montagna di 2453 metri situata una decina di chilometri in linea d'aria a nordest del passo del Brennero, vicino al confine tra Austria e Italia.

Un agente della polizia alpina austriaca, che oggi ha effettuato un sopralluogo, ha dichiarato all'agenzia di stampa austriaca APA, che sul luogo della disgrazia sono state ritrovate le impronte degli sciatori che con tutta probabilità stavano scendendo dalla montagna dopo aver raggiunto la cima. La massa di neve, lunga circa 700 metri, raggiungeva in certi punti fino a 12 metri di altezza.

I quattro sopravvissuti, che sono riusciti a liberarsi da soli e hanno lanciato l'allarme, sono stati interrogati dagli inquirenti austriaci e nel pomeriggio di oggi hanno iniziato il viaggio di rientro. I corpi delle quattro vittime rimangono invece a disposizione della procura austriaca, che ha ordinato esami autoptici.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve