Navigation

Vallese, numerosi piccoli terremoti ma nessun danno

I terremoti in Svizzera non sono rari, anche se spesso non vengono avvertiti. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 novembre 2019 - 12:13
(Keystone-ATS)

Almeno sette leggere scosse di terremoto sono state avvertite nelle scorse ore in Vallese. L'epicentro è stato nei pressi di cime alpine al confine con il canton Berna.

I piccoli eventi sismici hanno svegliato molte persone, ma finora non sono emersi danni, ha affermato all'agenzia Keystone-ATS Mathias Volken, portavoce della polizia cantonale.

Secondo il Servizio sismico svizzero (SED) del Politecnico federale di Zurigo, un primo terremoto di magnitudo 3,3 ha avuto luogo alla 01.54, seguito da un secondo della stessa forza alle 4.36. Si è trattato delle due scosse più potenti, con epicentro sul Wildhorn, vetta delle Alpi bernesi alla frontiera fra i due cantoni.

I leggeri terremoti sono continuati a ritmo regolare per tutta la mattinata. La magnitudo è oscillata tra i magnitudo 2,5 e 3 della scala Richter.

Una tale successione di fenomeni non è rara, ha assicurato un esperto del SED, Philipp Kästli, a Keystone-ATS. In generale poi l'attività sismica svanisce col passare dei giorni, anche se vi è un probabilità tra il 5% e il 10% che si verifichi una scossa più forte.

Molti abitanti della regione hanno detto di essere stati svegliati dalle vibrazioni. Quasi tutti si sono annunciati unicamente sul sito del SED e del Centro sismologico euro-mediterraneo (CSEM). "Solo una o due persone ci hanno chiamate per avvertirci del terremoto", ha aggiunto Volken, il quale, pur assicurando che le autorità monitorano da vicino la situazione, ha dichiarato che nessuna misura speciale è stata adottata.

Già nella notte fra domenica e lunedì un sisma era stato avvertito in alcune zone della Confederazione. La scossa, di magnitudo 3,9, si è verificata ad Albstadt, città tedesca del Baden-Württemberg situata una cinquantina di chilometri a nord-est di Sciaffusa.

Dall'inizio del 2019 in Svizzera sono state registrate circa 1200 scosse, la maggior parte delle quali con una magnitudo inferiore a 2,5, valore a partire dal quale la popolazione le percepisce. Il Vallese è il cantone più esposto: la zona colpita oggi è ben nota per le attività sismiche, spesso comunque non avvertite dagli esseri umani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.