Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I negoziati di adesione tra la Ue e la Turchia "sono praticamente bloccati": lo ha riconosciuto il presidente della Ue Herman van Rompuy, parlando oggi agli ambasciatori europei. Van Rompuy ha sollecitato a mantenere "contatti strutturati e intensi" con Ankara, dove prevede di rendersi in missione all'inizio del prossimo anno.

Dal primo luglio scorso, la Turchia boicotta tutte le riunioni ad alto livello della presidenza cipriota di turno della Ue. Ankara non riconosce la Repubblica di Cipro, la parte greca dell'isola divisa dal 1974, dopo l'occupazione delle truppe turche della parte nord. La mancanza di contatti di questi ultimi mesi ha fortemente rallentato i colloqui di adesione. Lanciati nel 2005, hanno proceduto molto lentamente anche a causa dei dubbi di Francia e Germania.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS