Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un cimitero ebraico sul Monte degli Ulivi a Gerusalemme est è stato dissacrato e incendiato la notte scorsa. Lo ha detto la polizia spiegando che almeno 10 tombe sono state spaccate o danneggiate.

Anche gli alberi e i cespugli del complesso sono stati dati alle fiamme. Tra le tombe colpite - secondo i media - anche quella del nonno paterno del premier Benyamin Netanyahu. La polizia ha aperto un'indagine.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS