Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un agente di sicurezza di 41 anni è stato ferito mortalmente la notte scorsa dopo esser stato urtato da un veicolo mentre prestava servizio in un cantiere sull'autostrada A1 nei pressi di Chavornay (VD). Al conducente, un 34enne francese che procedeva a velocità eccessiva, è stato rilevato un tasso alcolemico del 1,6 per mille. In seguito al sinistro l'uomo ha proseguito la corsa per diverse centinaia di metri prima di fermarsi sempre nell'area dei lavori. Il procuratore ha chiesto la detenzione preventiva, indica la polizia cantonale in una nota odierna.

L'automobilista stava procedendo in direzione di Yverdon-les-Bains (VD) quando, intorno a mezzanotte, avrebbe perso il controllo dell'auto poco dopo l'entrata di Chavornay andando ad investire l'agente che regolava l'accesso degli autocarri sulla corsia chiusa alla circolazione.

Attualmente in quel tratto il traffico è deviato sulla carreggiata in direzione del Giura, in modo bidirezionale, con un limite della velocità ridotto a 100, 80 e infine 60 km/h. Lo sventurato, domiciliato nel canton Vaud, è deceduto sul posto.

L'autostrada è rimasta chiusa per diverse ore. Il tratto è stato infatti riaperto al traffico alle 6:00 di questa mattina. Sul sinistro è stata aperta un'inchiesta .

SDA-ATS