Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale correzionale di Losanna ha condannato oggi due ginevrini accusati di aver venduto illegalmente 30'000 compresse di Dormicum. Mentre al medico che le procurava sono stati inflitti due anni con la sospensione condizionale, il rivenditore è stato condannato a 36 mesi di carcere, di cui sei da scontare.

Oltre a smerciare il Dormicum - un psicotropo sottoposto alla legge federale sugli stupefacenti - il secondo imputato è stato condannato anche per guidato a 324 km/h sull'autostrada A1 fra Coppet (VD) e Ginevra a bordo di una vettura di lusso da 600 cavalli.

Il fatto è stato scoperto per caso, in seguito alle analisi cui è stato sottoposto il suo cellulare nel corso dell'inchiesta relativa al Dormicum. L'uomo ha preteso di non essere stato al volante, una versione che secondo la polizia è contraddetta dal suo stesso filmato.

Il Dormicum, che affermava essere destinato ad una famiglia saudita che soggiornava nella regione, gli era stato fornito da un suo amico, un medico ginevrino di 49 anni.

Il Ministero pubblico vodese, che ha chiesto 4 anni di reclusione nei riguardi del rivenditore, non esclude di far ricorso. Le autorità amministrative vodesi, dal canto loro, si determineranno in merito ad un eventuale divieto di esercizio nei confronti del dottore.

SDA-ATS