La socialista Rebecca Ruiz è giunta chiaramente in testa nel canton Vaud nel primo turno dell'elezione suppletiva per completare il consiglio di Stato.

La consigliera nazionale 37enne ha ottenuto il 46,6% dei voti, contro il 37,6% andati al suo principale sfidante, l'UDC Pascal Dessauges.

Visto che non è stata raggiunta la maggioranza assoluta, per determinare il successore Pierre-Yves Maillard - che ha lasciato il governo per assumere la presidenza dell'Unione sindacale svizzera - sarà comunque necessario un secondo turno, in programma il 7 aprile.

Fuori dai giochi appaiono gli altri partecipanti alla competizione odierna: Axel Marion (PPD), che ha raccolto il 6,0% dei consensi, Jean-Michel Dolivo (Ensemble à Gauche, 4,1%) e Anaïs Timofte (POP, 3,2%). Si è recato alle urne il 34% degli aventi diritto.

Fra Ruiz (67'683 schede) e Dessauges (54'576) vi è uno scarto non da poco, pari a 13'107 preferenze. La posta in palio nell'elezione è rappresentata dalla maggioranza in governo: attualmente l'esecutivo vodese è a dominanza rosso-verde, con 3 PS, 3 PLR e 1 ecologista.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.