Navigation

VD: ivodesi voteranno sull'assistenza al suicidio

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2012 - 18:09
(Keystone-ATS)

I vodesi voteranno sull'assistenza al suicidio: potranno scegliere di mantenere la situazione attuale, di sostenere l'iniziativa promossa da Exit, oppure di optare per il controprogetto del Consiglio di Stato, appoggiato oggi dal Gran consiglio.

Mentre l'iniziativa inoltrata nel 2009 chiede di autorizzare l'intervento delle organizzazioni di assistenza al suicidio nelle case per anziani che beneficiano di sussidi pubblici, il controprogetto estende questa possibilità anche agli ospedali, ma stabilisce un elenco di criteri.

Fra questi, il consigliere di Stato Pierre-Yves ha citato la capacità di discernimento della persona, nonché l'esistenza di una malattia grave e incurabile. Tranne in casi eccezionali - quali l'esistenza di un legame di parentela - l'assistenza non potrà essere prestata dal personale di cura.

Dopo aver votato a favore del controprogetto con 100 voti favorevoli, 11 contrari e 6 astensioni, il Gran consiglio ha iniziato l'esame dettagliato del testo. Quest'ultimo sarà sottoposto ad una seconda lettura.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?