Navigation

VD: no a legge su accettazione vantaggi per governo e funzionari

Inutile legiferare in materia, hanno deciso i deputati. KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2019 - 18:55
(Keystone-ATS)

No a una norma di legge cantonale che precisi quanto sia lecito in materia di accettazione di vantaggi per i consiglieri di stato e l'amministrazione cantonale: lo ha deciso il Gran consiglio vodese.

Il parlamento ha respinto con 67 voti contro 62 e 7 astensioni una proposta presentata dal Verde Raphaël Mahaim.

Secondo il deputato ecologista - sostenuto dalla sinistra - per non prestare il fianco alla critica, politici e funzionari hanno un dovere di trasparenza. A destra invece si è sostenuto che la normativa già presente nel codice penale svizzero è sufficiente. I gran consiglieri hanno però approvato il principio che una commissione si occupi del tema in relazione al parlamento stesso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.