Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

VD: viaggi Broulis e Savary, nessuna infrazione

I viaggi in Russia del consigliere di Stato vodese Pascal Broulis (PLR, nella foto) e della consigliera agli Stati socialista Géraldine Savary sono stati di ordine privato.

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

I viaggi in Russia del consigliere di Stato vodese Pascal Broulis (PLR) e della consigliera agli Stati socialista Géraldine Savary sono stati di ordine privato e nessuno dei due ne ha tratto alcun vantaggio incompatibile con la carica ricoperta.

È la conclusione a cui è giunto il procuratore generale vodese, che non ha trovato traccia di infrazione penale.

Sulla base delle investigazioni preliminari, il Ministero pubblico ha concluso che i due personaggi politici "si sono assunti le spese di viaggio e niente suggerisce che abbiano ricevuto o sollecitato vantaggi economici, né che gli siano stati promessi", nemmeno da Frederik Paulsen - presidente del gruppo farmaceutico Ferrig con sede a St-Prex (VD) - che ha partecipato al viaggio.

Nel comunicato odierno del procuratore si mette anche in luce il fatto che la trasferta è avvenuta in condizioni "precarie, spartane (...) molto lontane da voli in jet privato o business class a destinazione di luoghi di villeggiatura o di incontri per VIP".

Secondo il procuratore Eric Cottier non ci sono quindi elementi per aprire una procedura penale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.