Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Visto obbligatorio per i cittadini americani, restrizioni alle attività dei diplomatici Usa a Caracas e una "lista nera" di dirigenti statunitensi che non potranno mettere piede in Venezuela: Nicolas Maduro ha annunciato oggi una nuova serie di "misure di difesa antimperialista", al termine di una imponente manifestazione che ha attraversato l'intera capitale venezuelana.

"Noi lanciamo una lotta totale contro l'imperialismo americano!", ha tuonato l'erede di Chavez, annunciando che sarà ridotto il numero di funzionari dell'ambasciata Usa a Caracas ("loro ne hanno 100 e noi 17, vogliamo l'uguaglianza") e che i diplomatici americani non potranno mantenere riunioni con dirigenti politici venezuelani senza l'autorizzazione del suo governo.

Maduro ha detto che il presidente americano Barack Obama - "non quello di Chicago, quello che sognava di cambiare il mondo, ma quello a capo della potenza mondiale" - si è "lasciato mettere in un vicolo cieco" dai suoi collaboratori, e ha accusato i "dirigenti dell'amministrazione americana" di partecipare a "trame golpiste" contro il suo governo.

Il presidente venezuelano ha detto che dispone di "prove indiscutibili, documenti e foto" che dimostrano l'esistenza di piani sovversivi contro il suo governo e ha accusato gli Usa di violare il diritto internazionale con la loro "costante intromissione nelle nostre faccende", sottolineando che solo nel 2015 da Washington sono partite "65 prese di posizione contro il popolo venezuelano". Maduro ha anche detto di aver invitato il segretario dell'Organizzazione degli stati americani (Osa), José Miguel Insulza, e il presidente eletto uruguaiano, Tabaré Vazquez, a visitarlo a Caracas per "mostrargli le prove del complotto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS