Tutte le notizie in breve

Una nuova manifestazione di protesta dell'opposizione venezuelana - questa volta contro il degrado delle strutture sanitarie del paese - è stata bloccata dalle forze dell'ordine oggi a Caracas.

Nello stato di Miranda, nell'hinterland della capitale, un'intera zona è stata intanto invasa da centinaia di agenti della Guardia Nazionale.

Il corteo dell'opposizione, con la presenza di numerosi medici, infermieri e altri professionisti degli ospedali venezuelani, è partito da Parque Cristial in direzione della sede del ministeri della Sanità, nel centro di Caracas, ma unità antisommossa hanno bloccato i manifestanti nella zona di Chacaito.

Nel frattempo, i residenti di San Antonio de los Altos, a sud della capitale, stanno denunciando dall'alba di oggi che almeno 200 agenti della Guardia Nazionale, con l'appoggio di veicoli blindati, hanno investito il quartiere, arrestando per la strada gente che stava andando a lavorare e sparando granate di lacrimogeni dentro a comprensori residenziali.

Secondo Maria Gabriela Ramos, avvocato dell'Ong Foro Penale Venezuelano, almeno cinque persone sono rimaste ferite nella zona, delle quali almeno una colpita da pallettoni.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve