Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Julio Borges, presidente del Parlamento venezuelano, in mano all'opposizione, ha detto oggi che il governo di Nicolas Maduro è il vero colpevole dei gravi episodi di violenza che si sono registrati a Caracas e in altri punti del paese nelle ultime 24 ore.

"Vogliamo smentire in modo assoluto le accuse infondate del governo, che prima arma e lancia per le strade la sua gente e ora ci viene a dire che non sono loro i responsabili della violenza", ha detto Borges in una conferenza stampa rispondendo a dirigenti chavisti, come Freddy Bernal, che hanno denunciato che "ieri notte a Caracas dirigenti dell'opposizione che pretende governare il paese, alleati con bande criminali, hanno saccheggiato negozi a El Valle", il quartiere della capitale dove sono morte almeno 10 persone.

"La violenza in questo paese - ha detto Borges - si chiama Nicolas Maduro, è il suo governo che fa violenza al popolo, impedendogli di esprimersi attraverso il voto". "L'unica cosa che deve fare è convocare elezioni e lasciare che siano i venezuelani a decidere il loro futuro", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS