Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da ieri pomeriggio una perturbazione burrascosa, dovuta ad una forte depressione sul Mare del Nord, attraversa la Svizzera portando con sé anche venti della potenza di uragano, ossia oltre i 117 km/h. Finora non sono stati segnalati grossi danni.

Le folate più intense, con picchi di 136 km/h, sono state rilevate a Les Diablerets (1160 m), nella parte sudorientale del canton Vaud, segnala il servizio meteorologico della TV svizzero tedesca SRF.

Sul monte Pilatus (2119 m), nei pressi di Lucerna, il vento ha raggiunto i 130 km/h, sul Säntis (2502 m), in Svizzera orientale, 129 km/h e sul Bantiger (957 m), vicino a Berna, 127 km/h.

I venti, anche se forti, sono stati comunque meno intensi in pianura, con un massimo di 103 km/h a Neuchâtel.

Alla polizia cantonale bernese durante la notte sono stati segnalati decine di casi di alberi, rami, sassi o detriti che hanno invaso le strade.

La tempesta, accompagnata da neve in montagna e piogge in pianura, dovrebbe durare ancora fino a domani a mezzogiorno. In Vallese il pericolo di valanghe è stato valutato al quarto grado su cinque, ossia molto forte. Nelle altre zone alpine è a livello 3. Secondo i meteorologi la neve potrebbe raggiungere la pianura durante il fine di settimana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS