Navigation

Verdi liberali: 17 giugno, "sì" cure integrate, "no" altri oggetti

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 maggio 2012 - 16:44
(Keystone-ATS)

I Verdi liberali (PVL) raccomandano di accogliere l'introduzione di reti di cure integrate in votazione popolare il prossimo 17 giugno. Riuniti oggi in assemblea a Coira, i delegati del partito hanno deciso di appoggiare questa modifica della legge federale sull'assicurazione malattie con 59 voti contro 35.

Dopo accese discussioni, la maggioranza della formazione politica è giunta alla conclusione che il sistema "managed care" permetterà di porre freno all'aumento dei prezzi e rafforzerà la medicina di famiglia, ha riferito una portavoce del partito.

I Verdi liberali raccomandano invece un "no" deciso sia all'iniziativa popolare "Accesso alla proprietà grazie al risparmio per l'alloggio" sia all'iniziativa dell'Azione per una Svizzera neutrale e indipendente (ASNI) denominata "Accordi internazionali: decida il popolo".

Approvata senza discussioni invece la richiesta del Movimento ecoliberale di Sciaffusa (ÖBS) di partecipare per un anno ai lavori del partito in qualità di osservatori, prima di scegliere se rimanere a far parte dei Verdi o accasarsi con Verdi liberali.

Nel suo discorso di apertura dei lavori, il presidente del PVL, Martin Bäumle, si è soffermato sull'abbandono dell'energia atomica e sulle recenti proposte formulate dalla consigliera federale Doris Leuthard in materia energetica. "Per raggiungere l'obiettivo, ha affermato il consigliere nazionale zurighese, sono necessari ulteriori sforzi".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?