C'è urgente necessità di porre fine alla presenza di Daesh (Is, Stato islamico) nelle regioni in cui ha preso posizione in Iraq": così nel documento conclusivo del vertice di Parigi. I circa 30 Paesi partecipanti "si sono impegnati a sostenere con tutti i mezzi necessari il nuovo governo iracheno nella lotta contro Daesh, incluso un aiuto militare appropriato".

Il gruppo jihadista di Daes "costituisce una minaccia per l'Iraq ma anche per l'insieme della comunità internazionale", si legge nel documento conclusivo della conferenza internazionale di Parigi per la pace e la sicurezza in Iraq.

"Lo Stato islamico non è né uno stato, né rappresenta l'islam, è un movimento di estrema pericolosità. Tutti, sul posto, giudicano necessario farlo arretrare o scomparire", ha detto il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, al termine della Conferenza.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.