Navigation

Vertice Ue: patto bilancio a 17+6

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 dicembre 2011 - 07:26
(Keystone-ATS)

Sfuma la possibilità di un accordo a 27 per la modifica dei trattati al vertice Ue salva-euro di Bruxelles: "Avremmo preferito un accordo all'unanimità", ha dichiarato il presidente del Consiglio Europeo, Herman Van Rompuy - al termine dell'incontro di stanotte dei leader europei - sottolineando che questo però "non è stato possibile". Si è così deciso di concludere "un accordo intergovernativo" tra i 17 paesi di Eurolandia più altri 6, mentre altri due paesi non hanno potuto aderire perchè vincolati a un'autorizzazione dei rispettivi parlamenti (si tratta di Svezia e Repubblica Ceca). Di fatto restano così volontariamente fuori solo Gran Bretagna e Ungheria.

I paesi che hanno sottoscritto "si impegnano ad applicare le regole" del patto di bilancio - il cosiddetto 'Fiscal Compact' - "come se fosse stato modificato il Trattato" che "non è escluso si possa rivedere più avanti".

Per ora - ha spiegato Van Rompuy - non ci sono strumenti di "attuazione vincolante giuridica" ma un "impegno importante di chi lo ha firmato".

Perchè partecipassero tutti e 27 "sarebbe servita l'unanimità e questo non è stato possibile" ha ribadito il presidente del Consiglio europeo.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?