Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il vescovo di Basilea, Felix Gmür, ha accolto dodici richiedenti asilo nelle sua sede di Soletta. I profughi sono stati scelti e vengono assistiti dai servizi sociali della città.

Ad essere ospitati sono quattro donne eritree con cinque bambini e una famiglia di tre persone proveniente dalla Siria, ha informato oggi monsignor Gmür. Si tratta di un gruppo misto di cristiani e musulmani.

A fine settembre il vescovo si era detto pronto a ospitare provvisoriamente profughi. Prima che questi potessero giungere è stato necessario predisporre locali che precedentemente ospitavano uffici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS