Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Commissione europea ha dato il via libera al piano per affrontare l'emergenza immigrazione, alla luce dell'aumento di flussi e delle ultime tragedie nel Mar Mediterraneo.

Il piano prevede la redistribuzione di migranti tra gli Stati membri in base a quote prestabilite: in Italia arriveranno il 9,94% di 20 mila profughi (meno di 2000) che attualmente risiedono in campi profughi all'estero e che hanno i requisiti per ottenere lo status di rifugiati (reinsediamenti), e l'11,84% dei richiedenti asilo già presenti in Europa o che entreranno direttamente in territorio europeo (ricollocamenti).

Di fronte a "un'emergenza drammatica" l'Europa ha "finalmente capito l'urgenza" e "ha compiuto passi da gigante", ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera Ue Federica Mogherini, presentando l'Agenda per l'immigrazione assieme al vicepresidente della Commissione Frans Timmermans e al commissario per l'Immigrazione Dimitris Avramopoulos.

Quattro i criteri per la redistribuzione: numero di abitanti del Paese Ue, Pil, numero di profughi già presenti nel Paese e tasso di disoccupazione. Intanto per affrontare l'emergenza alla radice, l'Ue pensa di distruggere i barconi degli scafisti sulle coste libiche prima che partano.

Secondo il Guardian, la missione europea che dovrebbe essere sul tavolo del Consiglio Esteri di lunedì "punta soprattutto su interventi aerei e navali nel Mediterraneo e nelle acque territoriali libiche. Ma aggiunge che operazioni di terra in Libia potrebbero essere necessarie".

Ipotesi, quest'ultima, smentita tuttavia da Mogherini: "Non stiamo programmando alcuna operazione di terra in Libia", assicura l'Alto rappresentante, spiegando di aver già chiarito all'Onu che la Ue "sta programmando un'operazione navale" contro i trafficanti di esseri umani. La missione Ue dovrà comunque ottenere il via libera del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS