Navigation

Vicenda HSBC: Francia trasmette documenti a Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gennaio 2010 - 17:06
(Keystone-ATS)

BERNA - Parigi ha consegnato alla Svizzera i documenti sequestrati nell'ambito delle indagini sui clienti della banca HSBC di Ginevra. Ne ha tuttavia conservato "originali o copie" per i procedimenti avviati in Francia, ha detto oggi all'ATS un portavoce del ministero francese della giustizia, Guillaume Didier.
"Ciò che è stato chiesto dalla Svizzera è stato restituito alle autorità elvetiche" dalla Procura generale di Aix-en-Provence, ha affermato Didier, che non ha saputo precisare quando sia avvenuta la consegna né la quantità di documenti restituiti.
La giustizia francese aveva accettato lo scorso 21 dicembre di trasmettere a quella svizzera i documenti sequestrati all'inizio del 2009 in casa di Hervé Falciani, l'ex-informatico della banca HSBC accusato del furto di dati relativi ai clienti presso la succursale ginevrina dell'istituto britannico.
Ieri Woerth ha dichiarato di nutrire "fondate speranze" circa la ratifica della convenzione franco-svizzera sulla doppia imposizione fiscale, firmata in agosto ma bloccata da Berna in segno di protesta. Woerth ha proposto di istituire un gruppo di lavoro comune che esamini la questione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.