Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Parigi ha consegnato alla Svizzera i documenti sequestrati nell'ambito delle indagini sui clienti della banca HSBC di Ginevra. Ne ha tuttavia conservato "originali o copie" per i procedimenti avviati in Francia, ha detto oggi all'ATS un portavoce del ministero francese della giustizia, Guillaume Didier.
"Ciò che è stato chiesto dalla Svizzera è stato restituito alle autorità elvetiche" dalla Procura generale di Aix-en-Provence, ha affermato Didier, che non ha saputo precisare quando sia avvenuta la consegna né la quantità di documenti restituiti.
La giustizia francese aveva accettato lo scorso 21 dicembre di trasmettere a quella svizzera i documenti sequestrati all'inizio del 2009 in casa di Hervé Falciani, l'ex-informatico della banca HSBC accusato del furto di dati relativi ai clienti presso la succursale ginevrina dell'istituto britannico.
Ieri Woerth ha dichiarato di nutrire "fondate speranze" circa la ratifica della convenzione franco-svizzera sulla doppia imposizione fiscale, firmata in agosto ma bloccata da Berna in segno di protesta. Woerth ha proposto di istituire un gruppo di lavoro comune che esamini la questione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS