Navigation

Vicenda Lumengo: incontro tra deputato e PS bernese

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2010 - 17:55
(Keystone-ATS)

BERNA - Sarà deciso la settimana prossima il futuro politico del consigliere nazionale Ricardo Lumengo, riconosciuto colpevole di frode elettorale.
Oggi si è svolto un incontro tra il deputato e la sezione bernese del partito socialista, e il presidente Roland Näf, in dichiarazione rilasciate all'ATS, ha detto di aver nuovamente invitato Lumengo a dimettersi, richiesta peraltro già avanzata anche dal PS svizzero.
Stando a Näf si è discusso in particolare sulle modalità da seguire per giungere alle dimissioni. Sono stati concordati altri incontri, ma il PS bernese dovrebbe prendere una decisione definitiva "a metà della prossima settimana".
Näf ha ribadito che l'esclusione di Lumengo dal partito non è un tema d'attualità. Il deputato, infatti, non ha agito dichiaratamente a scopi fraudolenti, ma ha semplicemente commesso un errore. Lumengo, il primo deputato nero della storia svizzera, è stato condannato giovedì scorso dal tribunale di Bienne a una pena pecuniaria con la condizionale per aver compilato personalmente almeno 44 schede elettorali in suo favore.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.