Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNE - Le vicende Swissair, Tinner e UBS hanno posto in diverse occasioni il Parlamento davanti a fatti compiuti. In futuro, il legislativo vorrebbe avere più voce in capitolo. La Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio Nazionale (CIP) ha indicato oggi in una nota di aver elaborato un progetto per rafforzare il ruolo delle Camere federali.
Le spese miliardarie per Swissair o UBS, mal digerite da più parti, hanno spinto a rivedere la procedura seguita in casi di questo tipo. La commissione propone che quando il Consiglio federale sblocca 500 milioni di franchi con il solo avallo della Delegazione parlamentare delle finanze, un quarto dei membri di una delle Camere possa esigere che l'Assemblea federale si pronunci in merito, entro tre settimane, nel corso di una sessione straordinaria.
Per prendere le sue decisioni, il governo si è rifatto a più riprese agli articoli 184 (salvaguardia degli interessi svizzeri nei confronti dell'estero) e 185 (tutela sicurezza interna) della Costituzione, senza chiedere il parere del Parlamento. In futuro ciò non dovrebbe più essere possibile.
Prima di esprimersi, il Consiglio federale dovrebbe essere chiamato a consultare entro 48 ore una delegazione per le situazioni straordinarie, composta di membri dei due consigli. In casi particolarmente urgenti, il governo dovrebbe essere tenuto a informare questo nuovo organo entro 24 ore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS