Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Continuare il jihad" in Europa, Svizzera compresa. È l'appello che tre combattenti dello Stato Islamico (Isis) hanno rivolto - in francese - ai musulmani che risiedono nel Vecchio Continente e che sono impossibilitati a raggiungere la Siria e l'Iraq, dove l'Isis ha fondato il suo califfato.

In un video intitolato "Incontri sulle operazioni benedette in Francia" e diffuso dal braccio mediatico dell'Isis nella 'Wilayat al-Raqqah', la provincia siriana di Raqqa dove il gruppo ha la sua roccaforte, gli estremisti a volto scoperto commentano in francese, con sottotitoli in arabo, gli attentati in Francia contro il settimanale satirico "Charlie Hebdo" e contro un supermercato kosher.

Uno dei tre jihadisti annuncia che il Califfato, "Dio volendo, si stabilirà in Europa". "Arriveremo - dice - in Francia, Belgio, Germania, Svizzera, in tutta l'Europa e in America". Non mancano gli inviti a uccidere i poliziotti e gli "infedeli" e a "mandarli tutti all'inferno". "Fate tutto il possibile, uccideteli, sgozzateli, bruciate le loro auto e le loro case", conclude il jihadista.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS