Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un aumento di 17 centesimi al giorno per la "vignetta" è equo. È quanto sostenuto oggi a Berna dal comitato a favore di una vignetta a 100 franchi, in riferimento alla modifica della legge sul contrassegno stradale in votazione il 24 novembre. Secondo i sostenitori, le entrate supplementari saranno utilizzate per costruire circonvallazioni, aumentare la sicurezza sulle strade e diminuire l'inquinamento fonico, tutti fatti di cui beneficerà direttamente la popolazione.

La consigliera nazionale Edith Graf-Litscher (PS/TG) sottolinea come ci sia bisogno di più soldi poiché la mobilità delle persone è aumentata negli ultimi anni e la crescita del traffico merci e di persone è una realtà. Inoltre, l'ultimo adeguamento del prezzo della vignetta risale a quasi 20 anni fa, precisa Graf-Litscher.

Il consigliere nazionale Jacques-André Maire (PS/NE) ribadisce che i ricavi derivati dall'aumento del prezzo della vignetta saranno interamente destinati alla strada. Gli adattamenti permetteranno tra le altre cose di migliorare la qualità di vita degli abitanti di città e agglomerati interessati (ad esempio con un minor inquinamento fonico) e rendere il traffico più fluido.

Grazie alla vignetta anche gli stranieri che utilizzano le nostre autostrade contribuiscono a far sì che la nostra rete nazionale sia sicura ed efficace, afferma la consigliera di Stato bernese Barbara Egger-Jenzer (PS). Inoltre se si guardano Paesi confinanti come Italia o Francia, il prezzo della vignetta a 100 franchi rimarrebbe in ogni caso onesto, aggiunge.

Il consigliere nazionale Stéphane Rossini (PS/VS) sostiene che il rincaro del prezzo della vignetta porterà a delle infrastrutture di qualità, dalle quali trarremo tutti vantaggio. Inoltre, migliorerà anche l'accesso alle regioni periferiche, rafforzando la coesione nazionale e giovando al turismo. Rossini ritiene che questo "aumento moderato" porterà del valore aggiunto e quindi va sostenuto.

Infine il presidente del Consiglio di Stato di Basilea Città Guy Morin (Verdi) ricorda come i prezzi dei mezzi di trasporto pubblici siano costantemente aumentati negli ultimi vent'anni, mentre i costi per gli automobilisti sono rimasti stabili. La mobilità ha il suo prezzo, conclude Morin.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS