Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una vignetta autostradale elettronica invece di quella adesiva sul parabrezza della vettura: è il progetto cui sta pensando la consigliera federale Doris Leuthard, da introdurre dal 2019. Lo rivela la stessa ministra dei trasporti in una intervista al quotidiano "Nordwestschweiz".

La prassi odierna non è soddisfacente. Il contrassegno verrebbe accoppiato alla targa della vettura, così che l'automobilista con le targhe trasferibili non verrebbe penalizzato. "La direzione delle dogane sta pianificando il cambio di sistema a partire dal 2019; farlo prima non è possibile", precisa la Leuthard la quale ammette: "oggi non sono ancora in grado di dire come il sistema funzionerà nel dettaglio".

Nel maggio dello scorso anno il Consiglio nazionale ha respinto con pochi voti di scarto una mozione di Edith Graf-Litscher (PS/TG) che chiedeva di studiare proprio l'introduzione della vignetta elettronica. Gli oppositori dissero che sarebbe stato il primo passo per l'introduzione del "roadpricing" (pedaggio urbano).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS