Navigation

Virus Cina, secondo caso accertato in Giappone

L'allerta è massima. KEYSTONE/AP/AY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2020 - 07:18
(Keystone-ATS)

Il ministero della salute giapponese ha confermato il secondo caso di contagio nel paese del coronavirus proveniente dalla Cina.

Si tratta di un uomo di circa 40 anni di nazionalità cinese arrivato la scorsa domenica a Tokyo dalla città di Wuhan, l'epicentro dove si è generato il virus 2019-nCoV.

L'uomo - che aveva visitato un centro ospedaliero in Cina in due occasioni per poi essere dimesso prima di partire per il Giappone, è stato trasferito dall'ospedale di Tokyo, a cui si era rivolto mercoledì, all'Istituto nazionale delle malattie infettive. Il primo caso in Giappone risaliva al 15 gennaio, e riguardava un uomo di nazionalità cinese di circa 30 anni, in visita di recente alla città di Wuhan.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.