Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera aumenta il suo aiuto finanziario all'Etiopia, dove si trova in visita la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga. Per l'anno in corso il Paese del Corno d'Africa riceverà altri sei milioni di franchi, ha annunciato oggi la stessa Sommaruga.

In settembre il Consiglio federale aveva deciso di accrescere il suo sostegno a diversi Paesi, principalmente quelli intorno alla Siria, per il 2015 e il 2016, per un totale di 70 milioni di franchi. Anche la regione del Corno d'Africa deve però beneficiare di questa cifra e riceverà quindi 19 milioni, come ha reso noto in un incontro con i media la Sommaruga, che oggi ha visto il premier etiope Hailemariam Dessalegn e il presidente Mulatu Teshome.

L'Etiopia, per bocca del suo primo ministro, ha ringraziato la Svizzera dell'aiuto, reso necessario in particolare dalla carestia causata dai cambiamenti climatici. L'Etiopia tuttavia rappresenta una delle economie con lo sviluppo più rapido in Africa, e persegue l'obiettivo di diventare, entro il 2025, un Paese con un reddito medio.

Nei colloqui con le autorità di Addis Abeba la consigliera federale ha discusso di investimenti economici, ma anche di migrazione: le parti hanno promesso di collaborare strettamente per affrontare le sfide che si pongono in questi due ambiti. L'Etiopia infatti accoglie il numero maggiore di rifugiati di tutto il continente africano ed è nel contempo Paese di provenienza, di transito e di accoglienza di rifugiati.

Ieri la presidente della Confederazione ha visitato un campo profughi nella regione Somali, nell'Est del Paese e ha dato il via a un nuovo progetto sanitario messo a punto dall'Università di Jigjiga in collaborazione con l'Istituto tropicale e di salute pubblica di Basilea, progetto sostenuto dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Oggi ad Addis Abeba la Sommaruga ha fatto visita a un progetto per rifugiati che giungono dall'Eritrea, finanziato dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM). Domani, ultimo giorno della visita, terrà un discorso sul tema del federalismo nella Casa dei rappresentanti, la Camera alta del Parlamento etiope. Nella Repubblica Federale d'Etiopia, che conta oltre 80 gruppi etnici e quasi 100 lingue, il tema del federalismo riveste, come in Svizzera, enorme importanza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS