Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS) vuole creare un fondo per risarcire le vittime di abusi sessuali i cui casi sono caduti in prescrizione.

L'indennizzo sarà versato sotto forma di un contributo finanziario unico di 10'000 franchi, precisa un comunicato della CVS.

Il fondo dovrebbe essere dotato globalmente di 500'000 franchi, ha spiegato oggi in una conferenza il portavoce Walter Müller. Verrebbe alimentato principalmente dalle diocesi, ma potrebbero essere chiamati a contribuire anche le congregazioni religiose.

I vescovi hanno così voluto colmare una "dolorosa lacuna". Per i casi ormai prescritti, le vittime non aveva più nessuna possibilità di rivolgersi alla giustizia civile o canonica per chieder riparazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS